OBBLIGO CORRISPETTIVI TELEMATICI

CHIARIMENTI, OBBLIGHI, INCENTIVI E RIMBORSI

Obbligo Corrispettivi Telematici: chiarimenti, obblighi e rimborsi tramite credito d’imposta

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto l’obbligo di trasmissione dei corrispettivi telematici per la cessione di beni e servizi per i seguenti soggetti:

  • COMMERCIANTI AL DETTAGLIO E AL MINUTO
  • RISTORANTI
  • ALBERGHI
  • ARTIGIANI
  • QUALSIASI ESERCENTE TITOLARE DI PARTITA I.V.A. (anche se esonerati dall’obbligo di emissione della fattura elettronica)

riferimenti normativi: DLGS 127/2015 art.2 modificato dal D.L. 23.10.2018 n.119 convertito in legge il 17.12.2018 modificato dalla LEGGE 30.12.2018 n.145 (“legge di bilancio 2019”)

  • QUANDO ENTRA IN VIGORE L’OBBLIGO DELL’ INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI GIORNALIERI?

 

1° LUGLIO 2019: obbligo di invio dei corrispettivi telematici per tutti i contribuenti con VOLUME DI AFFARI SUPERIORI A € 400.000

1° GENNAIO 2020: obbligo di invio dei corrispettivi telematici per TUTTI I CONTRIBUENTI, anche quelli con volume di affari inferiore € 400.000 (anche i contribuenti in “regime forfettario” esentati – invece – dalla fatturazione elettronica e le associazioni sportive dilettantistiche)ù

 

  • SARA’ ANCORA POSSIBILE EMETTERE LA RICEVUTA FISCALE CARTACEA?

NO, non sarà più possibile emettere ricevute fiscali cartacee per nessun contribuente

A partire dal 1° LUGLIO 2019 per chi supera il volume di affari di € 400.000 e a partire dal 1° GENNAIO 2020 pertutti i contribuenti. Pertanto si potranno emettere esclusivamente fatture elettroniche oppure scontrini telematici per le attività obbligate alla certificazione e memorizzazione telematica dei corrispettivi.

 

  • DI QUALI STRUMENTI E’ NECESSARIO DOTARSI?

Per adempiere agli obblighi imposti dalla normativa e trasmettere i corrispettivi telematici all’Agenzia delle Entrate sarà necessario:

 

  • adeguare il registratore di cassa già esistente acquistando e facendo installare da tecnici e laboratori autorizzati dall’Agenzia delle Entrate gli appositi “kit di aggiornamento” previsti dal produttore del registratore di cassa. L’operazione di aggiornamento sarà possibile solo ed esclusivamente sui modelli previsti dal produttore. E’ consigliabile valutare attentamente anche la convenienza economica dell’operazione stessa, in quanto la durata del registratore di cassa fiscale è limitata al numero di “chiusure/azzeramenti” previste per ogni modello. Pertanto effettuare tale operazione potrebbe non essere economicamente e tecnicamente conveniente.

 

 

  • Dotarsi di una connessione internet, preferibilmente di tipo ADSL via cavo. Il registratore di cassa telematico, infatti, dovrà essere collegato alla rete internet per trasferire la chiusura giornaliera all’Agenzia delle Entrate.

 

  • E’ POSSIBILE USUFRUIRE DI INCENTIVI/RIMBORSI?

 

Oltre agli sconti promozionali applicati su tutta la gamma di registratori di casa telematici Olivetti, l’articolo 1 deL Decreto Fiscale 2019 dedicato alle misure tributarie, prevede incentivi volti a favorire gli investimenti di imprese e professionisti attraverso lo strumento del credito d’imposta previsto per l’adeguamento tecnologico. Pertanto sarà possibile ottenere un rimborso del 50% del costo sostenuto per l’acquisto o l’adeguamento del registratore di cassa telematico (CON MATRICOLA “RT”) fino ad un tetto massimo di € 250,00.

I fondi stanziati dal governo per l’adeguamento tecnologico sono limitati, pertanto per riuscire ad usufruire di tale agevolazione è opportuno anticipare l’acquisto del registratore di cassa telematico.

Sarà possibile usufruire del credito d’imposta fin dalla prima denuncia periodica IVA (attraverso il codice tributo “6899” denominato “Credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127”. per l’utilizzo in compensazione, tramite il modello F24, del credito d’imposta). Per ulteriori delucidazioni non esitate a contattarci o in alternativa consigliamo di consultare il vostro consulente fiscale.

N.B: lo strumento del credito di imposta potrà essere utilizzato dal contribuente solo ed esclusivamente se la fattura di vendita riporterà i dati necessari obbligatori e il pagamento della stessa avverrà con strumenti finanziari “tracciabili”. Inoltre tale agevolazione potrà essere utilizzata anche per i costi sostenuti per  l’adeguamento del registratore di cassa ove previsto dal produttore. CONTATTATECI ALLO 085 4216458 OPPURE 347 6868385 OPPURE AL 375 6147056 PER MAGGIORI INFORMAZIONI E DETTAGLI TECNICI.

 

IMPORTANTE: CREDITO D’IMPOSTA ACQUISTO REGISTRATORE DI CASSA TELEMATICO

AGGIORNAMENTO DEL 01/03/2019 – CLICCA QUI

 


 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

SCRIVICI PURE, TI RICONTATTEREMO ENTRO BREVISSIMO TEMPO!

 

INDICARE LA REGIONE IN CUI HA SEDE L'ATTIVITA'

Vendita, assistenza e noleggio registratori di cassa telematici nuovi e usati, verifica periodica, software per la gestione del negozio e del punto vendita, magazzino, fatturazione elettronica, anagrafica clienti, fidelity, POS touchscreen, lettori barcode, software e soluzioni per la gestione del ristorante, tavoli, comande conto e pre-conto, trasmissione telematica dei corrispettivi, sistemi di gestione per supermercati e GDO. Vendita, assistenza e noleggio fotocopiatrici mutifunzione, stampanti, notebook, pc e server.

1
×
Salve, Possiamo aiutarti?